Breakfast. La prima colazione alternativa o a tema

Ci sono alternative al classico breakfast “europeo” che contraddistingue la prima colazione all’italiana. Ce ne parla il nostro esperto presentando diverse variazioni e alternative pur restando e sul tema

 di Stefano Bonini

Come abbiamo a lungo illustrato, la prima colazione è servizio piuttosto complesso. Noi abbiamo scelto una formula e un nome: “europea” (invece che continentale, inglese, americana come spesso si legge). Ma esistono decine di variabili sul tema alcune delle quali sono entusiasmanti, originali e possono costituire un vantaggio competitivo per l’albergo in termine di customer satisfaction e fidelizzazione.

Il late standing up breakfast

Solitamente negli hotel (anche in quelli più customer oriented) il servizio della piccola colazione chiude attorno alle 10,30. Si tratta di un orario che normalmente consente anche ai clienti ritardatari e “dormiglioni” di godere del breakfast. Ma qualora non tutti i clienti riescano entro data ora a fare colazione una buona idea può essere quella di organizzare al bar o vicino alla reception un piccolo corner con un tavolo sul quale disporre qualche croissant, qualche torta e qualche biscotto accompagnati da succhi di frutta e thermos con caffè, latte e acqua calda. L’importante è che questo angolo non sia presentato come una raccolta degli “avanzi del buffet” e che sia assistito e presidiato da qualcuno (anche dello staff di reception) che saluta e sorride … perché è felice di fare questo lavoro.

Il brunch

Il brunch è un pasto servito generalmente tra le 10,30 e le 14,30 che rappresenta in termini di servizio e di prodotto la fusione tra breakfast e lunch (dalla cui crasi poi deriva il termine). Così lo pensiamo in Europa e in Italia, ma il brunch è una cosa diversa: è una formula fashion, cool a basso impatto gastronomico per gente che tanta fame non ha! A metà strada tra lunch e spuntino, tra un club sandwich e un uovo al bacon, pomodori, salsicce e pancake oppure qualcosa di più robusto come piatti unici di carne con salse e verdure, pesce con verdure al vapore e piatti vegetariani il brunch nesce negli Stati Uniti per accontentare, soprattutto nei giorni festivi, quella clientela abituata ad alzarsi più tardi del solito oppure che non ha voglia di aspettare fino all’ora di pranzo per mettere qualcosa sotto i denti.
È dunque un compromesso gastronomico, tra colazione e pranzo che nel nostro Paese piuttosto è composto da quasi tutti gli elementi tipici di una colazione dolce di stampo europeo a cui viene aggiunta una varietà (più o meno ampia) di piatti salati caldi e freddi, di carne e pesce, pasta, salumi e formaggi, insalate di verdura.

Diffusosi con lentezza nella Penisola, dal momento che si tratta di una proposta gastronomica lontana dalla mentalità degli italiani, il brunch è oggi sempre più presente soprattutto nelle grandi città turistiche con un’elevata componente di clientela internazionale, che ovviamente è più flessibile di noi italiani rispetto agli orari dei pasti, anche perché i fusi orari cambiano e con loro il metabolismo.
È un tipo di ristorazione per una clientela frequent che mangia tra un volo e l’altro, oppure che la domenica progetta di alzarsi tardi e avere a disposizione un pasto veloce e completo per affrontare la giornata.
Alcuni alberghi (non sono numerosi) sul brunch dei giorni festivi, specialmente e ritualmente di domenica, hanno costruito la loro fortuna, lavorando molto sulla comunicazione e creando un’immagine di servizio flessibile e rapido, a disposizione del cliente sino al primo pomeriggio. Non è un prodotto redditizio ma genera notorietà tra i clienti che viaggiano molto, non volano low cost e hanno redditi medio-alti.

La colazione per i piccoli ospiti

Se l’albergo ospita frequentemente (specialmente nei weekend) famiglie di turisti con bambini, gestire i piccoli ospiti anche al momento della colazione può diventare una grande opportunità in termini di soddisfazione del cliente e di conseguente fidelizzazione.
È quindi ipotizzabile creare un angolo a loro dedicato, in cui le famiglie si possono accomodare per evitare che la confusione generata dai piccoli possa disturbare gli adulti, ovvero gli altri ospiti. E’ necessario quindi creare un corner personalizzato sul buffet pensato per i gusti di bambini e adolescenti. Segnalato con un cartello colorato e con disegni simpatici sarà particolarmente apprezzato anche dai genitori, che possono trovare cerali (anche al cacao), vari tipi di pane da abbinare alle marmellate ma soprattutto dei morbidi panini già pronti, tanti tipi di frollini, le brioche farcite o da farcire con la Nutella o i bomboloni mignon. Alcuni alberghi predispongono anche uno spazio giochi apposito per loro curato da animatrici e babysitter così da permettere ai genitori di godere del vostro breakfast in tutta tranquillità.

Il breakfast delle festività

Le festività sono delle occasioni ideali per dare libero sfogo alla vostra creatività. Come gli addobbi coordinati per Natale, l’Epifania o Pasqua, ugualmente è fondamentale proporre sul buffet dolci e alimenti a tema: pandori e panettoni anche di grandi dimensioni per la festività più importante dell’anno, qualche dolce speciale per San Valentino, la colomba per Pasqua meglio se con crema pasticcera calda o custard da coprire a vista, oppure l’uovo di cioccolato per essere ancor più italiano. Magari con una particolare mise en place dei tavoli in occasione della Festa della Donna che si festeggia in numerose nazioni europee.

L’attenzione in più…

Per fornire un servizio in più ai vostri ospiti, anche internazionali, anche nell’epoca di smartphone e tablet la prima cosa è il saluto di qualcuno palesemente incaricato dall’albergo: il receptionist o la hostess al breakfast.

Poi si possono proporre ogni mattina le notizie di grandi testate giornalistiche online come HotelNewspapers & Good Morning News. Si tratta di servizi in abbonamento che consentono di scaricare tutte le mattine le principali news dal mondo con format editati e prodotti in madrelingua (12 lingue diverse). Ottimo soprattutto per chi viaggia per lavoro perché oltre alle notizie di cronaca, politica e sport sono disponibili aggiornamenti su notizie economiche e finanziarie. Il servizio può essere fornito ai clienti in diversi modi:

  • direttamente sul loro dispositivo digitale (Pc, smartphone o tablet);
  • attraverso il proprio servizio di e-concierge o sistema TV;
  • in formato stampa A4 da distribuire ai vostri ospiti.

Noi restiamo dell’idea, comunque, che forse vale di più un caldo personale saluto, un caffè espresso supplementare offerto al breakfast da qualcuno che rappresenta l’albergo di qualunque notizia (seppur importante) fornita just in time.

Pubblicato in Breakfast, In Evidenza, Ospitalità, Ristorazione, turismo Taggato con: , , , , ,