Housekeeping: competenze mancanti e sfide per il futuro

Francesca Fiocco è una delle nostre consulenti, che ora debutta sul mercato con la “Star Formazione & Consulenza”, forte di anni di esperienza alle spalle. Le attività dell’azienda ruoteranno attorno al mondo dell’housekeeping: formazione on the job, selezione, realizzazione di manuali operativi… Cogliamo l’occasione per farle il nostro particolare InBoccaAlLupo e per parlare ancora una volta di Outsourcing e dei vantaggi per le strutture turistico-alberghiere che decidono di affidarsi a professionisti esterni per abbattere i costi senza perdere in qualità del servizio.

fiocco francesca

Francesca, prima di tutto parliamo di lei. La sua esperienza sul campo l’ha portata ad aprire un’azienda in un periodo non proprio ideale dal punto di vista economico. Quali motivi l’hanno spinta?
Sicuramente il periodo economico non è dei migliori, ma è altrettanto vero che il lavoro che svolgo è fortemente in espansione. Effettuo il mio lavoro con passione e penso che questa stessa passione mi abbia spinto con determinazione a proiettarmi e lavorare in un settore che è una carta vincente per il nostro Paese ma che purtroppo per diversi parametri deve essere completamente rivista per poter ospitare i turisti.

Secondo lei quali competenze mancano ancora nel settore dell’housekeeping? Cosa riscontra ogni giorno avendo a che fare con clienti, colleghi e dipendenti?

Si chiede molto spesso alle aziende di ottimizzare e rendere qualitativo ed efficiente il proprio lavoro e servizio e operando su tutta la Nazione riscontro che spesso non vengono valorizzati la formazione e la riqualificazione per i reparti operativi quale l’housekeeping. Posso sottolineare che nelle aziende outsourcing vi è sicuramente molto più controllo nei margini dei centri di costo rapportato alla qualità richiesta dai contratti.

star formazione e consulenzaAbbiamo parlato in questo stesso blog di outsourcing come metodo per abbattere i costi. Qual è la sua visione, naturalmente legata ai servizi che la sua azienda offre?
Nell’attuale mercato sono sicura che le strutture ricettive che si affidano all’outsourcing abbiano un notevole feedback, sono favorevole all’esternalizzazione laddove le procedure aziendali siano ben applicate e vi sia cura nel dare servizi e qualità, fidelizzando il personale e ricordando che alla fine deve sempre esserci la soddisfazione del cliente, devo però riconoscere che la sfera dell’outsourcing si deve ancora integrare bene in un sistema dove formazione e consulenza, del quale la mia azienda offre, non è ancora ben sfruttato.

L’articolo Housekeeping: competenze mancanti e sfide per il futuro sembra essere il primo su Hospitality School.

Pubblicato in Ultime da Hospitality School