NEWS. Le nuove direttive europee e il diritto di recesso

La Direttiva Europea 2015/2302 porterà nuove direttive per gli operatori e soprattutto per i consumatori. I cambiamenti previsti verranno introdotti entro e non oltre il 1 gennaio 2018 ed entreranno in vigore dal 1 luglio 2018.

Tra le variazioni in atto, è in importante ricordare quella riguardante i pacchetti e i servizi turistici. Ciò che cambierà davvero sarà l’esercizio del diritto di recesso che, secondo i parametri dell’UE, permetterà al consumatore di recedere entro 14 giorni dalla data di acquisto senza il pagamento di eventuali penali e obbligo di giustificazione.

Le modalità di recessione per gli acquisti online o tramite agenzie di viaggio, però, non saranno le stesse. In questi casi è prevista una penale. Ed è proprio su questo punto che molti operatori hanno mostrato perplessità poiché, come cita la direttiva europea, la penale da attribuire dovrà essere adeguata e giustificabile. Così, sono stati stilati dei parametri utili per decidere l’importo proporzionato ai risparmi e ai ricavi che si possono ottenere con la rivendita di altri pacchetti. La quota, dunque, sarà determinata decurtando dal prezzo totale i risparmi e i ricavi provenienti dalla vendita degli stessi servizi a un altro consumatore.

Una questione che porta con sé tante dubbiosità, perplessità che resteranno in sospeso fino al decreto legislativo definitivo.

Pubblicato in Attualità, In Evidenza, News