Osservatorio Confturismo-Istituto Piepoli: alle città d’arte la parte del leone

Quasi un intervistato su due, tra quelli che vogliono partire nei prossimi mesi, ha intenzione di visitare musei, monumenti e mostre. Un dato in aumento di 6 punti percentuali rispetto allo scorso anno. Per quanto riguarda i weekend lunghi d’autunno, si evidenzia una sempre maggiore attenzione ed apprezzamento degli italiani per la cultura.  

Al centro dell’attenzione  sono le città d’arte. Rilevante è la spesa media  che è di circa 480 euro per i viaggi in Italia e di 580 per quelli all’estero: una differenza che deriva in buona parte dal mezzo di trasporto per raggiungere la destinazione. Per le mete estere, l’aereo è preferito da 8 italiani su dieci, mentre per il weekend lungo d’arte italiano, l’auto e il treno i più gettonati.

Gli italiani hanno le idee chiare anche su cosa il Governo e le amministrazioni dovrebbero fare per incrementare il turismo in Italia: due intervistati su tre affermano che sarebbe necessario valorizzare maggiormente le città d’arte, agevolare le visite ai musei e ai siti culturali.

Guardando al medio periodo, anche per la vacanza tra Natale e Capodanno le città d’arte restano, per ora, in cima alle preferenze, insieme alle mete di montagna.

Questi i risultati dell’indice mensile di fiducia del viaggiatore italiano  realizzata da Confturismo-Confcommercio, insieme all’Istituto Piepoli che ha raggiunto 66 punti. Tale valore, seppur elevato, è  inferiore di 4 punti rispetto allo scorso anno.

LA RILEVAZIONE IN DETTAGLIO

Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’Istituto Piepoli, ha effettuato la consueta analisi dell’indice di fiducia del viaggiatore italiano.

Nel mese di ottobre l’indice ha raggiunto un valore pari a 66 punti, quattro punti in meno rispetto allo stesso mese del 2018.

Tuttavia l’indice rimane in territorio positivo e quello che si registra oggi è il secondo valore più elevato di sempre per il mese di ottobre dall’inizio delle rilevazioni statistiche.

Fonte: Confturismo-Confcommercio e Istituto Piepoli

 

Il meteo favorevole, ed in particolare le temperature elevate, hanno influenzato positivamente le scelte dei viaggiatori nell’ultimo periodo.

Fonte: Confturismo-Confcommercio e Istituto Piepoli

 

Due vacanzieri autunnali su tre hanno indicato come il bel tempo d’autunno abbia influito nella decisione di andare in vacanza.

In Italia la spesa di viaggio sarà di circa 480 euro mentre, per chi sceglie mete estere, sarà pari a 580 euro. La differenza deriva in buona parte dai mezzi di trasporto utilizzati per raggiungere la destinazione.  In particolare, chi si reca all’estero preferisce andare in aereo, mentre chi si sposta in Italia opta per l’auto e il treno.

Fonte: Confturismo-Confcommercio e Istituto Piepoli

 

Gli italiani hanno idee chiare su cosa dovrebbe essere fatto dal Governi e dalle Amministrazioni locali per incrementare il turismo in Italia. Anche in questo caso le città d’arte sono al centro dell’attenzione: per migliorare l’attrattività del nostro sistema turistico bisognerebbe valorizzare maggiormente le città d’arte e agevolare le visite ai musei e ai siti culturali.

Fonte: Confturismo-Confcommercio e Istituto Piepoli

 

Infine, guardando al medio periodo, anche per la vacanza tra Natale e Capodanno le città d’arte restano, per ora, in cima alle preferenze, insieme alle mete di montagna.

 

 

Pubblicato in Eventi, In Evidenza, turismo Taggato con: , , , ,