Nasce ‘TDF-Turismo Destinazione Futuro’ task force per una svolta dell’hotellerie e del turismo

Nasce ‘TDF-Turismo Destinazione Futuro’ task force per una svolta dell’hotellerie e del turismo

Il team TDF raggruppa 8 Consulenti e Advisor per supportare le strategie per l’Innovazione, l’Ospitalità, i Comprensori turistici

E’ stato presentato ieri a Venezia alla stampa cittadina e nazionale, collegata su web dalla terrazza dell’Hilton Hotel Molino Stucky con un magico skyline sulla città lagunare, un nuovo gruppo di lavoro chiamato ‘Turismo Destinazione Futuro’ – con l’acronimo TDF – che si presenta per ridare idee e giusta rotta a un turismo oggi con il fiato corto in un anno che sarà globalmente molto negativo, seppure non in tutti i segmenti.

L’idea di questo team è nata per creare un team o una ‘task force’ (come si usa dire oggi) attrezzata e competente sui vari fronti dell’industria dell’ospitalità che sia in grado di intervenire dopo il Covid-19, quando l’albergatore o il gestore di comprensori turistici e destinazioni turistiche complesse si troverà in difficoltà o sentirà il bisogno di uno scatto in avanti, di un salto di qualità, di dare una risposta alle nuove problematiche del mercato e alle modificate esigenze della domanda turistica.

Il team di professionisti che si è unito sotto il marchio della rosa dei venti, “TDF – Turismo Destinazione Futuro” – declinato anche in inglese “Tourist Destination Future“- ritiene che l’area di consulenze sia soprattutto quella alberghiera, del sistema ricettivo ma anche del turismo locale, sia esso culturale o leasure, di nicchia o congressuale, enogastronomico o per quei molti comprensori ancora da valorizzare, considerati a torto ‘minori’ quindi troppo spesso abbandonati a sé stessi, poco promossi o supportati dalle strategie delle Regioni o di altri Enti locali.

                     Da destra: Dè Medici, Biasion e Ierace

“Ci vorrà molto di più, più competenze e più expertise, avendo ben chiaro un dato di fatto incontrovertibile: la gran parte del patrimonio immobiliare alberghiero italiano è datato – afferma Giulio Biasion, l’ideatore del team, è vecchio ma soprattutto è invecchiato male. Negli ultimi 30 anni gli investimenti sono stati pochi e la crisi strutturale del settore ricettivo nazionale è rimasta irrisolta. Con questo modello di lavoro nuovo e differente cercheremo di dare risposte, soluzioni, consigli e suggerimenti agli operatori del settore”.

E’ un modus operandi che è piaciuto alle otto persone di TDF, esperti che svolgono ruoli diversi ma affermati e preparatissimi nei loro campi. Questi i loro nomi e le loro professioni:

Antonello Dè Medici, General Manager dell’Hilton Molino Stucky, Stefano Bonini, Senior Partner di Trademark Italia, Massimo Mussapi, Designer e Architetto, Paolo Corvo, direttore Laboratorio sociologia Università Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Sante Achille, consulente per l’Innovazione Digitale e comunicazione Web, Ilario Ierace, esperto di formazione, Costantino Cipolla, che segue l’area dell’alta ristorazione, Giulio Biasion, ideatore e coordinatore di TDF, editore di testate turistiche.

Il Modello proposto da TDF è differente da tutti gli altri

             Stefano Bonini

  1. Parte dall’esigenza di dare contenuti nuovi e pratici a tutto il settore turistico e al mondo dell’ospitalità che, se vuole restare sul mercato, dovrà essere in grado di adeguarsi;
  2. Il modello operativo e i suoi contenuti si arricchiscono del concetto di “rete” e di relazioni utili a livello locale, nazionale ed internazionale con altri partners per innovare le strutture o anche solo settori specifici delle stesse… ma anche interi territori;
  3. Ogni ‘business model’ sarà flessibile e costruito su misura per le diverse e specifiche esigenze dei clienti.

Come opera il team di TDF e cosa ci si aspetta

  • TDF lavora in team, mettendo a disposizione dei clienti professionalità e competenze diversificate, trasversali e integrabili tra loro;
  • Grande flessibilità. Saranno le esigenze e le richieste dei clienti la nostra bussola, modellando e adattando i progetti di consulenza e collaborazione in base alle esigenze tra piccoli – medi e grandi.

        Massimo Mussapi

Il concetto della “rete”, spesso enunciato a sproposito,  raggruppa insieme professionisti – consulenti – advisor che presto avrà uno sbocco naturale sul web con un proprio sito nel quale sarà possibile trovare la pubblicazione di progetti e di informazioni necessarie per alimentarlo attraverso contenuti, idee, informazioni, ecc.

TDF parte dalle esperienze dei singoli partner e le mette a disposizione di chi fa turismo e vuole rinnovare la propria struttura o rilanciare il proprio territorio. Ognuno di noi ha una riconosciuta esperienza nel settore, viene dalla pratic a del mestiere direttamente sul campo.

“Vorremmo far passare l’idea tra chi opera nel settore del turismo che, per uscire dalla crisi, ci vuole più pratica e meno teoria – precisa Antonello Dè Medici – ci vuole una conoscenza approfondita delle dinamiche del mercato, della domanda e dell’offerta. Fino ad ora di teoria se n’è fatta sin troppa a tutti i livelli, con questo progetto vorremmo finalmente affermare una modalità di lavoro centrata sul valore dell’esperienza diretta fatta sul campo dai nostri partner.

Modelli flessibili per le diverse esigenze 

      Sante Achille

In sintesi TDF intende puntare sulla “interdisciplinarietà” dei vari ruoli necessari ad innovare un hotel o un’area turistica e sulla “concretezza”, fondamentale per ottenere risultati.

  • Con una rete di professionalità che già esistono e di cui le 8 persone citate ne costituiscono l’ossatura;
  • Con operazioni di sviluppo di idee e progetti innovativi, definiti i quali le competenze di TDF si declineranno in funzione delle necessità.
Info: Turismo Destinazione Futuro – TDF.

Coordinamento e segreteria: c/o Edi House, Bologna tel. 051.306112 ‐ email: albergo@edihouse.it 

Area Centro-Sud: Segreteria dell’Ing. Sante Achille tel. +39.342 3227932 ‐ email: sjachille@gmail.com

Taggato con: , ,