Stare al passo con i tempi: nuove forme di promozione e riposizionamento

Stare al passo con i tempi: nuove forme di promozione e riposizionamento

Il settore dell’hospitality, lo sappiamo, è in continua evoluzione. Per far fronte, per esempio, alla crisi indotta dal colosso Airbnb l’industria alberghiera risponde con un nuovo concept di hotel e con nuove formule di promozione.

Il primo step in questa direzione è l’aggiornamento della propria strategia di marketing digitale, quindi ottimizzazione dei motori di ricerca, traffico generato dal sito web, potenziamento dell’utilizzo dei Social media, campagne pay per click ovvero gli annunci pubblicitari inseriti direttamente tra i risultati delle ricerche sui motori. Non ultimi il coinvolgimento di un pubblico non soltanto nazionale, ma anche internazionale e l’online performance marketing, un modello di marketing in cui l’inserizionista paga solamente per i risultati ottenuti.

Qualsiasi strategia digitale muove da poche ma ben precise domande: chi sono i miei clienti? Da dove arrivano? Perché soggiornano nella mia struttura? Una volta ottenute le risposte diventare un albergatore di successo sarà molto più semplice. Vediamo di seguito quali nuove strategie attuare per promuovere al meglio la propria struttura.

Real time marketing

Se ne parla già da diversi anni: il real time marketing o maketing in tempo reale. Di cosa si tratta? E’ nato dalle breaking news ed è meglio conosciuto come Newsjacking. Il concetto però è il medesimo ovvero mettere a punto una strategia di marketing cavalcando l’onda dell’emotività generata da particolari news. Un esempio? Quando ancora era fresca la notizia del divorzio tra Brad Pitt e Angelina Jolie, la compagnia di Norwegian Airlines, colse la palla al balzo, pensando ad una inserzione a tema ovvero “Brad è single”. Con l’invito a raggiungere l’attore utilizzando il collegamento per Los Angeles gestito dal vettore nordeuropeo. Un messaggio promozionale che ha ottenuto enormi consensi.

Il marketing del futuro? Fa leva sulle emozioni

Promuovere un hotel implica prima di tutto la capacità di una struttura di sapersi differenziare all’interno di un mercato estremamente concorrenziale.

Thomas Gligovich, docente di psicologia alla Cornell University, afferma che la strategia vincente per il marketing alberghiero del futuro passa attraverso la capacità di generare e vendere emozioni. I clienti, soprattutto le nuove generazioni, sono disposti a spendere i propri soldi per “acquistare” emozioni piuttosto che beni materiali, il cui possesso genera una felicità fatua di brevissima durata. Le emozioni al contrario persistono nel tempo.

Sulla scia di questo nuovo tipo di domanda, gli hotel possono offrire alla propria clientela, non un semplice soggiorno bensì esperienze indimenticabili.

Le esperienze proposte possono essere di varia natura. Per esempio l’attenzione ai più piccoli dettagli, come la musica di accompagnamento studiata ad hoc per impreziosire il momento della colazione in hotel. Oppure è possibile creare la propria proposta emozionale facendo leva sull’arte. Succede al Cacha Hotel di Bangkok, una struttura ricettiva composta da una trentina di “camere artistiche”. Le opere d’arte in questo caso sono declinate in versione murales. Murales realizzati da giovani artisti locali, che sono, quindi, parte integrante degli arredi dell’hotel e contribuiscono a regalare agli ospiti una vacanza esperienziale.

Non solo arte, le possibilità per proporre una vacanza all’insegna delle emozioni, sono infinite. Lo sforzo di creare un tipo di proposta emozionale non serve esclusivamente a caraterizzare un’offerta sui generis, ma anche a fidelizzare il cliente. Sì, perché i clienti che vivono un’esperienza indimenticabile sono propensi a ritornare nello stesso hotel.

Social media per promuovere l’hotel

In tema di nuove forme di promozione, impossibile non fare riferimento al social media marketing per hotel. Oggi la reputazione e il gradimento di una struttura ricettiva passano inevitabilmente attraverso i canali social. E’ quindi fondamentale, non soltanto essere presenti online, ma esserci nel modo più consono. Tante opzioni forse già note, a livello teorico, ma spesso non sono state investite sufficienti risorse per la loro attuazione. 

Per chi vuole elaborare un piano efficace di Social media Marketing le opportunità sono infinite. Come per esempio aprire un Blog.

  • Pensa a un Blog, che sia legato al tuo albergo, ma che non parli solo di quello. C’è un artista famoso nella tua città? Ci sono mostre, curiosità, ricette locali, si praticano sport particolari? Raccontalo. Anche qui vale la regola dell’unicità: hai un hotel rinomato per una ristorazione particolare? Allora puoi aprire una rubrica sul blog che parli di questo aspetto, magari lasciando qualche consiglio o ricetta.
  • Dialoga con i tuoi ospiti in modo originale. Bando alle formalità, devi coinvolgere i lettori con un linguaggio diretto e informale, che conquista sempre.
  • Fa riferimento agli strumenti di geolocalizzazione, ormai sempre più utilizzati dai possessori di smartphone, che aiutano a dare visibilità al tuo hotel. Puoi pensare per esempio ad uno speciale aperitivo di benvenuto per tutti coloro che scelgono di prenotarsi online.
  • Crea delle sinergie con le altre strutture della zona, sia reali che virtuali. Scambia informazioni con le strutture del territorio, entra a far parte di una rete.
  • Realizza video interviste divertenti e originali. Smartphone alla mano puoi realizzare interviste al personale dell’albergo, che sveli i segreti dietro le quinte del soggiorno, sempre in modo ironico e accattivante. Le stesse interviste puoi farle anche ai tuoi clienti, affinché ti raccontino la loro esperienza in hotel. Naturalmente da pubblicare online (previo il loro consenso) per farti conoscere e apprezzare ulteriormente.
  • Promuovi un gioco o un concorso che possa coinvolgere i tuoi fan e ospiti. E’ sempre divertente ed efficace il contest fotografico. E il tuo canale social si arricchisce di immagini inedite e originali.
  • Gestisci le pagine social con il supporto di una persona che lavora all’interno dell’hotel e lo vive e lo racconta da un punto di vista interno. Per offrire al lettore un’immagine dell’albergo più autentica, più famigliare.
  • Realizza un tutorial per conquistare gli ospiti. Vince ancora una volta la fantasia: dalla realizzazione di una guida su come rifare un letto in maniera perfetta, al tutorial che spiega i rituali quotidiani di bellezza, fino al video della realizzazione, passo passo, di una ricetta di un dolce o un piatto particolare che si può gustare solo nel tuo hotel.

In hotel non solo per dormire 

Le grandi catene lo hanno già capito, il ruolo dell’hotel del futuro dovrà essere completamente diverso e rivolgersi anche ai residenti, moltiplicando l’offerta e rimodulando i propri spazi.

Per esempio con un servizio ristorante gourmet. Oppure pensando ad un concept che prevede l’utilizzo di stanze durante il giorno, a un prezzo ridotto rispetto al prezzo notte. Ma anche sale meeting, Spa, piscine e ristoranti. Insomma, uno spazio elegante e curato dove lavorare, organizzare una riunione oppure concedersi benessere e relax. Negli hotel d’Europa mediamente il 40% delle camere rimane invenduto. Restano così improduttivi asset che potrebbero generare oltre 50 miliardi di euro di ricavi l’anno. Ecco perché c’è bisogno di un cambiamento che potrebbe inizare ampliando il proprio target di riferimento.

Testo di Giacomo Pini

Taggato con: , , , ,