Fiere. Riqualificazione alberghiera a Sia Guest: sfide di architettura e design

Fiera di Rimini, 12-14 ottobre 2017. Torna il concorso per giovani architetti YAC (Young Architects Competitions). Oltre tremila progettisti da tutto il mondo immaginano la trasformazione del castello Roccascalegna, in Abruzzo, in avveniristica struttura per il turismo di osservazione astronomica.

L’architettura e il design, capaci di captare i trend e tradurli in nuove soluzioni progettuali, sono leve fondamentali per rinnovare il settore alberghiero. A Sia Guest, il Salone internazionale dell’accoglienza alberghiera, in programma alla Fiera di Rimini dal 12 al 14 ottobre prossimi in contemporanea con TTG Incontri, il marketplace del business turistico, e SUN, il Salone dell’ourdoor, degli stabilimenti balneari e del settore campeggi, in rassegna case history, testimonianze di qualificati professionisti e mostre sulle nuove frontiere dell’architettura e del design alberghiero.

Per il secondo anno consecutivo, IEG (Italian Exhibition Group, nata dall’integrazione tra le fiere di Rimini e di Vicenza) attraverso SIA Guest sostiene inoltre il concorso organizzato da YACYoung Architects Competitions, in collaborazione con Agenzia del Demanio, che vede coinvolti giovani talenti di tutto il mondo nella progettazione di un edificio da riconvertire in residenza alberghiera.

Dopo il successo della prima edizione Lighthouse Sea Hotel dello scorso anno, il concorso è stato riproposto con un nuovo interessante progetto di recupero: la trasformazione del castello Roccascalegna (in Abruzzo, foto sopra) in dimora-osservatorio. Sono stati ben 3.431 i partecipanti, provenienti da 101 nazioni, da tutti i continenti. I partecipanti erano chiamanti ad intessere un racconto di architetture disegnate per dare origine ad un luogo ineguagliabile, non di semplice osservazione o residenza, ma di spiritualità e meditazione: un raffinato polo d’attrazione nazionale per il turismo di osservazione astronomica.

Al primo classificato andrà un premio in denaro di 10.000 euro ed ulteriori 10.000 euro saranno distribuiti tra i successivi teams classificati. Tutti i progetti vincitori saranno inoltre trasmessi a siti web e format di architettura ed avranno la possibilità di essere esposti in eventi di architettura nazionali ed internazionali.

Giovedì 12 ottobre, inoltre, a Sia Guest si parlerà di architettura ecosostenibile applicata al settore alberghiero. Il futuro della progettazione? Integrazione, multidisciplinarietà, approccio olistico il titolo dell’incontro nel corso del quale l’architetto Alberto Apostoli illustrerà alcuni concetti chiave e presenterà il plastico di un hotel ecosostenibile, in fase di realizzazione sul lago di Garda. Il plastico sarà realizzato da Rubner, azienda specializzata nel settore del legno e della bio edilizia, che esordisce a Sia Guest come building partner.

Ad una evoluzione green della residenza alberghiera rinvia anche l’incontro (venerdì 13) dal titolo Hotel Stylist, Case History: ristrutturare e ampliare l’hotel in più anni con il racconto dell’esperienza di Hotel Casa Yvorio, struttura ricettiva storica di Terracina che nel 2017 ha festeggiato i suoi primi cinquant’anni, riqualificata su progetto dello Studio Stefano Pediconi.

L’architettura come leva per (r)innovare il sistema alberghiero, venerdì 13 ottobre, a cura di Progetto CMR-Massimo Roj Architects, affronterà a Sia Guest, attraverso una serie di case studies reali, diverse possibili strategie per rinnovare il settore alberghiero.

Venerdì 13 ottobre, alle 14.30 (Pad. B3), avverrà la cerimonia di premiazione dei progetti vincitori. Nell’occasione è programmato un workshop dal titolo Architetture Osservatorio. Come l’infinito diventa spazio architettonico. Interverranno gli architetti Kyriakos Tsolakis Matteo Agnoletto e Rodrigo Duque Motta; saranno anche evidenziati elementi di interesse presenti nei progetti presentati.

Pubblicato in Attualità, Convegni, Design, Eventi, Fiere, News Taggato con: , , , , , , , , ,