AMBIENTE. Impatto ambientale sostenibile per un hotel ‘green’

Il tema della sostenibilità ambientale nel comparto alberghiero si è tenuto il 3.05 a Bologna ed ha visto la partecipazione di alcuni esperti al quale ha aderito il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti che ha chiuso i lavori. E’ stato organizzato dalla nostra testata, con l’appoggio di Federalberghi Bologna e di Confcommercio Ascom Bologna. Il Ministro dell’ Ambiente Gian Luca Galletti ha dato alcuni riscontri importanti, specie sul tema di normative in fase di approvazione.

“Da Ministro dell’Ambiente ho ascoltato con il rnassimo interesse e con grande piacere gli interventi di chi lavora per imprimere a tutto il comparto della ricettività alberghiera italiana una impronta ambientale sempre più marcata. E’ una strategia win-win, come si usa dire adesso, una strategia vincente sotto tutti i punti di vista. lnfatti se, come accennavo, il brand ”ecofriendly”, declinato in tante  sigle e simboli, e sempre più un elemento di preferenza per gli ospiti degli alberghi, dall’altro una struttura sostenibile offre dei vantaggi  anche a chi  la  gestisce”.

“Ci sono agevolazioni e mi riferisco in particolare alla seconda edizione del ”Conto Termico’ – ha prosuguito Galletti – che entrerà in funzione il 31 maggio prossimo. Si tratta di una misura che incentiva gli interventi per l’incremento della efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabiIi. I beneficiari, imprese e privati,  potranno accedere a fondi per 700 milioni di euro annui. Con il Conto Termico 2.0 è possibile riqualificare i propri edifici per migliorarne le prestazioni energetiche, riducendo i costi dei consumi e recuperando i n tempi brevi parte della spesa sostenuta.

Per gli immobili di nuova costruzione o per i quali si prevedono ristrutturazioni profonde le soluzioni sono ancora maggiori, si possono progettare palazzi autosufficienti dal punto di vista energetico, si può ragionare di geotermia, di nuovi materiali d i costruzione, di sistemi d i gestione intelligente dell’acqua. E anche in questo caso il Conto Termico prevede incentivi crescenti in rapporto al risultato a cui si punta. Quanto più alta è l’ambizione eco e quindi il risparmio, tanto maggiore è l’incentivo”.

http://voyager-magazine.it

Pubblicato in Eventi Taggato con: ,